Verniciatura con fondi epossidici a base acqua

Perché viene fatta la Verniciatura?

La verniciatura è una fase fondamentale per garantire una maggior durata delle costruzioni metalliche. I pezzi non verniciati infatti sono soggetti ad aggressioni sia dalla ruggine che dagli agenti chimici presenti negli ambienti in cui verranno installati e che andrebbero a comprometterne le caratteristiche meccaniche.

Che tipi di protezione offriamo?

– Vernici epossidiche bicomponenti:
a) base solvente
b) base all’acqua

(Consigliate per la protezione di strutture saldate, in particolare per la costruzione di macchine utensili, transfer, ecc.. – ottima protezione alla corrosione in ambienti non particolarmente aggressivi.)

– Zincanti epossidici e zincanti inorganici:

(Consigliati per ambienti particolarmente aggressivi ad esempio ambienti salini e acidi)

– Vernici siliconiche per alte temperature fino a 600 °C

Perché l’azienda ha deciso di inserire nel ciclo di verniciatura fondi a base acqua?

La ditta F.lli Temponi, già ormai da parecchi anni, ha introdotto nel ciclo di verniciatura fondi epossidici bicomponenti a base acqua, in sostituzione ai classici fondi epossidici bicomponenti a base solvente. Questa decisione è stata presa ai fini di:

– Minimizzare le emissioni di COV (composti organici volatili) e quindi per rispettare l’ambiente;

– Salvaguardare la salute degli operatori;

– Facilitare il compito di riverniciatura finale. *

Chi garantisce che la resistenza dei fondi base acqua sia la medesima di quella a base solvente?

Di seguito inseriamo, la nota tecnica scritta direttamente dal nostro fornitore principale:

  1. La resina epossidica garantisce la massima protezione all’attacco di agenti chimici ambientali ed un’elevata resistenza meccanica del film di vernice
  2. La modifica della resina epossidica rende il prodotto un po’ più plastico (meno duro di un epossidico puro) e per tale motivo questo fondo non necessita di una carteggiatura prima della sovrapplicazione con altri prodotti, riducendo così notevolmente i tempi di produzione. La stessa resina garantisce altresì un’alta adesione al supporto metallico.
  3.  I pigmenti anticorrosivi (principalmente Orto-fosfati di Tri-zinco) garantiscono la passivazione del Ferro e la protezione quindi alla formazione di ruggine
  4. La scelta di passare a questo prodotto diversi anni fa è stata dettata dalla possibilità di avere delle ottime prestazioni come sopra descritto nel rispetto dell’ambiente. Il fondo catalizzato e diluito con acqua contiene una percentuale di solvente sotto l 1%.

NOTE OPERATIVE PER LA SOVRAPPLICAZIONE*

Il fondo epossidico a base acqua una volta applicato, può essere lasciato anche per lungo tempo senza strati di vernice successivi. Nel momento in cui si decide di sovrapplicarlo con altri prodotti, occorre eseguire una pulizia della superficie con prodotto idoneo a questo scopo, vale a dire tipicamente uno sgrassante.

L’utilizzo di diluente Nitro di buona qualità (non di recupero) non viene da noi consigliato ma può essere tollerato dal prodotto per un contatto limitato ad un tempo minimo; l’eventuale ammorbidimento superficiale è temporaneo e non pregiudica in alcun modo le performance generali successive del prodotto.

Chiudi il menu